Cannabis & impresa. La visione di un amico

Ho conosciuto Antonio Pierri a Lecce durante un evento sulle start up. Quella sera, quando gli chiesi di cosa si occupava, mi disse: “ho fondato una start up il cui tema è la cannabis!“; rimasi molto perplesso, ma continuò: “con il mio team vogliamo sfatare un mito, vogliamo che il tema cannabis non sia più tabù, vogliamo rendere le persone informate; ecco perché ho chiamato la mia startup Let’s Weed; per rompere gli schemi, come dire <Let’s go, Let’s Weed!>”. Poi cominciò a spiegare: “Conosco una persona affetta da sclerosi multipla e da quando ha iniziato a consumare marijuana a scopo terapeutico ha cominciato a vivere un’altra vita. In Italia un milione di persone che soffrono di alcune malattie e disturbi vorrebbero ricorrere a farmaci a base di cannabis ma il 90% dei  dottori ignora l’argomento. Così abbiamo creato la prima piattaforma che offre servizi di supporto di qualità e completamente gratuiti, rivolgendoci a medici, farmacie e tutte le persone interessate. Siamo un vero e proprio aggregatore che mette in contatto gli attori principali del mondo cannabis terapeutica”. Rimasi colpito dalla passione e convinzione che metteva nel descrivere il progetto. Dopo quella sera ho stretto un ottimo rapporto con Antonio e siamo sempre rimasti in contatto.

Oggi ho letto un paio di articoli (Dic 2016 e Nov 2016), tra i molti dedicati a questa start up, e sono felicissimo di notare quanto Let’s Weed sia cresciuta! Ha allargato la sua rete accogliendo anche i biologi ed ha

img11implementato il servizio di Domande&Risposte che prevede la risposta alle domande degli utenti, direttamente dai professionisti presenti sulla piattaforma.  Insomma, proprio come Antonio aveva promesso, il tema cannabis terapeutica sarà sempre più chiaro con Let’s Weed come punto di riferimento.

Sapete… Ho rivisto Antonio qualche giorno fa a Lecce ed oltre ad avermi anticipato quanto sarebbe accaduto con “Domande&Risposte” ha continuato raccontandomi della sua visione prospettica.                                                                                                                      Credetemi, siamo solo all’inizio. Grande Antonio!

Walter Litty (Gabriele Litti)       LinkedIn – Twitter – Facebook – Email: littis@hotmail.it