TU SEI GIÀ UN CYBORG. LO DICE ELON MUSK

Di recente a Boston si è tenuta la conferenza “Superintelligence: Science or Fiction?” ospitata dal “Future of Life Institute”. Il tema trattato è stato quello dell’intelligenza artificiale e come questa influenzerà le nostre vite nel prossimo futuro.

Alla conferenza hanno partecipato i maggiori esperti del settore e alcuni tra i visionari del nostro secolo che stanno continuando a cambiare le regole del mondo. Tra questi il signore di Tesla Motors e di SpaceX; Mr. Elon Musk.

Dopo aver discusso i diversi punti sul tema il gruppo ha concluso che l’intelligenza artificiale sarà onnipresente nel mondo ed è solo questione di tempo prima che ciò accada. Ora, il fatto che Musk ritenga inevitabile l’estensione globale e totale dell’AI nelle nostre vite non sorprende; può sorprendere invece la sua idea secondo cui tutti noi siamo già dei cyborg. Questa sua convinzione sarebbe giustificata dall’utilizzo che l’uomo fa di smartphone e computer; devices che arrivano a rappresentare delle vere e proprie estensioni fisiche di chi li utilizza.

eleon

Musk ha affermato:“Hai di gran lunga un maggior potere rispetto a quello che il Presidente degli Stati Uniti d’America aveva 30 anni fa. Se hai un collegamento internet puoi comunicare con milioni di persone, puoi comunicare istantaneamente con il resto del mondo. Cioè, questi sono dei poteri magici che fino a qualche tempo fa non esistevano. Quindi siamo già tutti quanti dei superuomini, siamo tutti dei cyborg!”

Ha poi aggiunto che è necessario riuscire ad integrare l’uomo con la macchina in modo definitivo, ovvero agendo direttamente sul cervello. Una simbiosi completa che secondo Musk deve realizzarsi globalmente, senza distinzioni, perché, a suo avviso, se solo un piccolo gruppo di persone dovesse munirsi di tali “poteri” allora questi individui diverrebbero i dominatori della terra!

Elon Musk non è certo nuovo ad affermazioni di questo tipo. Ad esempio nel 2014 utilizzò Twitter per dire al mondo che l’AI sarebbe potuta diventare “più pericolosa di una testata nucleare”. Aggiunse anche una riflessione: “Spero non saremo solamente il boot loader biologico per la super-intelligenza digitaleSfortunatamente, questo è sempre più probabile”.

e-m-tweet

Qui il video della conferenza: https://www.youtube.com/watch?v=h0962biiZa4

Ad ogni modo, se proprio devo diventare una specie di cyborg spero tanto di essere uno alla RoboCop e combattere il crimine piuttosto che uno alla Terminator alla ricerca della Sarah Connor di turno.  901935-product-feature

GABRIELE LITTI (Walter Litty) contatti:

 littis@hotmail.itLinkedIn – Twitter – Facebook